Le Terapie di Medicina Estetica

03.10.2014 22:36

 

BIOSTIMOLAZIONE

 

Focus: la Biostimolazione dermica del viso, del collo e del décolleté è una tecnica atta a migliorare, attraverso l'inserimento locale di farmaci antiossidanti, la compattezza ed il turgore della pelle. Conserva e restituisce giovinezza alla pelle.

COS’È LA BIOSTIMOLAZIONE?

La pelle viene stimolata ricostruendo e riorganizzando la propria struttura, per conservare le normali elasticità e tonicità; inoltre viene contrastata l’azione dei radicali liberi.

La Biostimolazione è un trattamento personalizzato in base alle esigenze delle pazienti; da non trascurare che oggi la biostimolazione è una delle terapie più utilizzate contro l'invecchiamento cutaneo. tale intervento prevede di riattivare i fibroblasti, le cellule responsabili della produzione di collagene, elastina e glicosaminoglicani (ad esempio acido ialuronico), consentendo cosí, di ottenere un ricompattamento della pelle; visivamente ciò corrisponde ad una cute nettamente più idratata, più luminosa ed alla riduzione delle rughe.

                  Azione

         Idratazione: un'azione immediata di richiamo di acqua nei tessuti (è l'effetto maggiormente visibile nei primi trattamenti con il risultato di distendere i tessuti)

         Stimolazione dei fibroblasti nel numero e nell'attività di produzione di maggiori quantità di collagene (inutile aggiungerlo dall'esterno, meglio produrlo noi dall'interno), azione questa che richiede un tempo di circa 80 - 90 giorni necessari dalla prima infiltrazione per il raggiungimento delle adeguate concentrazioni attive

         Azione anti Radicali Liberi, prodotti dagli innumerevoli fattori inquinanti non ultimo dalle radiazioni solari.

I prodotti utilizzati per la biostimolazione

         Acido ialuronico

         Aminoacidi precursori del collagene, dell'elastina e dei glicosaminoglicani

         Vitamine

         Sali minerali

         Antiossidanti

         Proteine

         Pdrn

         Acidi nucleici.

        

A COSA SERVONO?

Acido Ialuronico Azione igroscopica grazie alla creazione di legami di idrogeno con l'acqua oltre all'azione sulla proliferazione cellulare e l'angiogenesi. L'acido ialuronico è un elemento indispensabile per l'equilibrio visco-elastico del derma e dell'epidermide.

Vitamine Vitamina A: agisce sulla morbidezza e la densità della pelle regolando il processo di cheratizzazione e di cicatrizzazione. 
Vitamina B agisce sul metabolismo degli acidi grassi essenziali garantendo l'equilibrio biologico della pelle. 
Vitamina C: agisce sulla sintesi del collagene, inibisce i radicali liberi e l'iperproduzione localizzata della melanina. Vitamina E: ha un'azione anti radicale inibendo i periossidi di idrogeno.

Aminoacidi Azione sulla sintesi proteica dei fibroblasti: Collagene = proline+hydroxyproline+lisine Elastina = acido aspartico+threonina+serina. Le cellule associano questi elementi strutturali delle proteine per formare dei polipeptidi.

Sali minerali Azione sullo stato degli ioni di centinaia di reazioni enzimatiche e delle funzioni essenziali cellulari. I minerali migliorano anche i differenti metabolismi biologici. Il Magnesio Mg+ è coinvolto in 180 reazioni enzimatiche.

Coenzimi Azione catalitica sulla velocità di reazione metabolica dell'organismo, diminuendo l'energia necessaria al processo di reazione. Questi attivatori biochimici aumentano anche la velocità di costruzione dei tessuti.

Acidi nucleici Azione sulla sequenza e sul controllo del modo con cui i fibroblasti assemblano i differenti amino acidi per formare i polipeptidi. RNA e DNA sono portatori di informazioni che permettono di regolare e comandare la sintesi delle proteine.

Agenti riduttori Sono delle sostanze che facilmente perdono uno o più elettroni. Bloccano anche le reazioni d'ossidazione dei radicali delle cellule del derma e dell'epidermide.

 

 COME AVVIENE UNA SEDUTA DI BIOSTIMOLAZIONE?

 

1) VIA INIETTIVA SOTTOCUTANEA

L'introduzione del prodotto avviene per via intradermica, con micropunture effettuate nei punti di agopuntura cinese e nelle zone ove si rende necessaria una maggiore riduzione delle rughe.
 Si attivano i fibroblasti e si forniscono, nell'ambiente circostante, di principi necessari alla cellula per costruire collagene, elastina, glicosaminoglicani.

2) VIA TRANSDERMICA SENZA PUNTURE CON BIO PLEXR

Innovativa tecnica con l’utilizzo del PLEXR che non comporta fastidi come dolore ed edema, gli agenti biostimolanti e biorivitalizzanti passano attraverso la cute mediante delle correnti e flusso di elettroni che attivano la catena respiratoria dei mitocondri, si ottiene, in questo modo, l'ottimizzazione biologica dello stato della pelle.

 

QUALI SONO LE ZONE TRATTATE?

Sul viso: fronte, zigomi, rughe nasogeniene, angolo inferiore della bocca, zona sottomentoniera, collo, décolleté. Sul corpo: braccia, mani, interno coscia, pieghe attorno al ginocchio. Zone di smagliature.

 

QUANTE SEDUTE DI BIOSTIMOLAZIONE VANNO ESEGUITE?

Dipende ovviamente dal grado di invecchiamento della pelle (ad esempio una pelle "stressata" da sole o lampade UV ha sicuramente bisogno di un trattamento intensivo).
Normalmente sono necessarie: 1 seduta settimanale per un totale di 4-6 sedute seguite poi da 2 sedute a distanza di 15 giorni.
Molte pazienti eseguono sedute di Biostimolazione con acido ialuronico prima della vacanze estive o della settimana bianca; in tal modo consumano il prodotto durante le stesse e non hanno il fotoinvecchiamento col consumo del loro naturale acido ialuronico; è questo un nuovo concetto di fotoprotezione attiva che sta arrivando in Italia dagli Stati Uniti. 

RIASSUMENDO

Quando utilizzarla

         Correzione rughe perioculari, perilabiali, glabellari, naso-geniene

         Inestetismi cutanei, reticoli cutanei, inelasticità epidermica.

 

Vantaggi

         Tecnica ambulatoriale

         Non è richiesta anestesia

         Immediato rientro nel sociale.

 

Effetti indesiderati

         Nelle microiniezioni: Rossore di breve durata nelle sedi di inoculo

Talvolta ecchimosi della durata di 24-48 ore

Nella veicolazione con BIO- PLEXR: nessun fastidio né effetti collaterali.

 

PEELING

 

Focus: esfoliazione della pelle del viso per mezzo di sostanze chimiche.

CHE COSA È IL PEELING

E' risaputo che la pelle è un organo dinamico e quotidianamente lo strato corneo rimuove, mediante un meccanismo fisiologico, un numero infinito di cellule cheratinizzate. Il peeling chimico è una forma accelerata di esfoliazione che avviene attraverso l'uso di una sostanza chimica. Un peeling molto superficiale accelera l'esfoliazione naturale dello strato corneo; diversamente un peeling che agisce a livello più profondo crea necrosi ed infiammazione nell'epidermide, nel derma papillare o nel derma reticolare.

 

MECCANISMO D’AZIONE PEELING

Il peeling chimico crea evidenti cambiamenti nella pelle attraverso tre meccanismi d'azione

Stimolazione del turnover cellulare attraverso la rimozione delle cellule morte dello strato corneo

Eliminazione di cellule epidermiche danneggiate e degenerate, sostituite da cellule epidermiche normali. (Tale risultato si evidenzia particolarmente nel trattamento delle cheratosi attiniche e delle pigmentazioni anomale).

Introduzione di una reazione infiammatoria ed attivazione dei mediatori dell'infiammazione che attiva la produzione di nuove fibre di collagene e di glicosaminoglicani (meccanismi rivitalizzanti del derma).

 

E’ indispensabile eseguire trattamenti e terapie che ottengono eccellenti risultati con il minor rischio possibile.
Ecco il concetto moderno di peeling; pertanto se si eseguono varie sedute di peeling superficiali, o di media profondità, si ottengono attraverso un risultato cumulativo, dei risultati estetici eccellenti e duraturi, senza rischi di effetti indesiderati.

                  INDICAZIONI AL PEELING CHIMICO

         Acne volgare e rosacea

         Radiodermiti

         Smagliature

         Dermatite seborroica

         Cheratosi e invecchiamento cutaneo

         Discromie

         Cicatrici post-acneiche.

 

         I vari tipi di peeling utilizzati dal ns studio

         Peeling molto superficiale: questo tipo di peeling rimuove soltanto lo strato corneo superficiale

         Peeling superficiale: crea necrosi di una parte o di tutto lo strato epidermico arrivando allo strato basale dell'epidermide

         Peeling di media profondità: crea necrosi dell'epidermide e di parte del derma papillare

         Peeling Whit Peel: crea una esfoliazione superficiale cui segue una crema inducente i processi di riparazione dell’epidermide da tenere per 6 ore: ciò permette di poter uscire dopo il trattamento, in perfette condizioni senza alcun effetto visivo.

 

         LE SOSTANZE CHIMICHE UTILIZZATE

         Acido retinoico

                Acido mandelico

         5-Fluorouracil (5-Fu)

         Acido salicilico

         Acido tricloracetico

         Alfa-idrossi-acidi

         Alfa-Keto-acidi (acido piruvico)

         Miscele di acidi.

 

         LA PROFONDITÀ DEL PEELING DIPENDERA’ DA:

         Il tipo di trattamento cutaneo nel periodo precedente il peeling

         Il tipo di pelle del paziente

         La zona di cute trattata

         Il tempo di posa dell'agente chimico prescelto sulla pelle

         Il tipo di sostanza utilizzata

         La concentrazione della sostanza utilizzata

         Il numero dei passaggi con la sostanza prescelta sulla stessa zona di pelle

         La tecnica di applicazione

         La preparazione della pelle nella fase pre-trattamento.

 

Con la stessa sostanza possiamo ottenere un risultato superficiale su un tipo di pelle; mentre su altri tipi di pelle si verifica un peeling medio - profondo.
Naturalmente l'esperienza, la competenza e la sensibilità del medico sono condizioni indispensabili per la riuscita della terapia.

Quali risultati si possono ottenere?
Migliorare l'aspetto della pelle del viso rimovendo gli strati più superficiali dell'epidermide.

Quali sono i tempi di guarigione?
Il tempo di guarigione è variabile tra 1 a 10 giorni a seconda della concentrazione e tipo utilizzato nel peeling.

Quali sono i disagi del periodo post- peeling?
Rossore e talvolta temporaneo inscurimento della pelle per alcuni giorni dopo il trattamento, esfoliazione per 8-10 giorni della stessa.

Quali sono i rischi della procedura?
Rari casi come infezioni o esiti cicatriziali.

RIASSUMENDO

 

         Il Peeling superficiale è indicato per

         Acne

         cicatrici da acne

         esiti cicatriziali

         iperpigmentazioni quali lentiggini solari e melasma

         rughe superficiali delle guance e del contorno occhi.

 

         La sensazione durante il peeling è di bruciore diffuso e l’eritema è più intenso. Nel White Peel non si avranno gli effetti tipici del peeling quali lo  sbiancamento della cute e l’esfoliazione che ha una durata di 7-10 giorni negli altri tipi di peeling.

  

         Ha una duplice azione:

         La prima è quella di levigare, idratare e conferire luminosità alla pelle attraverso una esfoliazione dello strato superficiale della stessa (strato corneo), stimolando e facilitando il ricambio cellulare, per contrastare così gli effetti dell’invecchiamento. Infatti le cellule dell’epidermide (cheratinociti) sotto l'azione dell’Acido si moltiplicano, promuovendo un notevole aumento dello strato spinoso costituito da cellule giovani.

         La seconda è quella di attivare i meccanismi fisiologici grazie ai quali aumenta la sintesi di collagene, elastina e l’idratazione endogena, ottenendo un miglioramento del trofismo generale della pelle.

 

         I meccanismi d’azione dell’Acido sono

         Esfoliazione dello strato corneo

         Ispessimento dello strato spinoso

         Aumento di collagene ed elastina.

 

Invecchiamento cutaneo e rughe:  L’invecchiamento cutaneo è causato superficialmente da eccessivo accumulo di cellule morte (cheratinociti); queste generano un ispessimento dello strato corneo, conferendo alla pelle una diminuita luminosità, un’asimmetria di colore, e la comparsa di piccole rughe, associata ad una scarsa idratazione. Inoltre con l’avanzare dell’età vi è una riduzione della produzione di collagene ed elastina che contribuisce ad una perdita di tonicità della pelle.

 

Il White Peel con le sue proprietà permette una migliore esfoliazione delle cellule morte, migliorando il turnover cellulare; questo ridona alla pelle luminosità, attenua le rughe, conferisce un colorito uniforme, migliora l’idratazione, in tal modo lo stato superficiale della cute diventa compatto e levigato. Inoltre, stimolando la produzione di collagene ed elastina, migliora il trofismo cutaneo.

 

Macchie della pelle: Le iperpigmentazioni sono alterazioni del colorito cutaneo, che si presentano sotto forma di chiazze brunastre di varia forma e dimensione; esse compaiono in genere sulle zone esposte al sole (viso, mani, décolleté). Le causa l’attivazione del processo di sintesi della melanina ad opera di diversi agenti, come uso di contraccettivi orali, antibiotici ed alcune sostanze contenute nei profumi, come gli psoraleni etc.

In seguito all’esposizione solare le radiazioni UVB stimolano la sintesi della melanina nei melanociti.

Favorendo l’esfoliazione superficiale il trattamento contribuisce ad eliminare gradualmente le cellule pigmentate. Inoltre permette una migliore penetrazione dell’idrochinone, una sostanza che blocca la formazione della melanina, per cui utilizzando il prodotto ne consegue una progressiva riduzione della quantità di melanina contenuta a livello della macchia ipercromica col risultato del suo graduale schiarimento.

 

Pelle grassa ed acneica: Il problema della pelle grassa è imputabile a: stress, cattiva alimentazione, fattori ormonali, scarsa ed inappropriata igiene cosmetica della cute; queste sono alcune delle cause che contribuiscono all’alterazione della produzione di sebo da parte della ghiandola sebacea, e questo favorisce l’insorgenza di acne.

 

Con l’azione levigante innanzitutto migliora quelle condizioni igieniche alterate, che costituiscono il terreno dove l’acne può facilmente attecchire e proliferare. Esso rimuove il cosiddetto "tappo cheratinico" che ostruisce i pori e normalizza la produzione sebacea, ricreando così le condizioni igieniche ottimali per la normalizzazione del problema. In secondo luogo esfoliando lo strato corneo ridurrà i segni cicatriziali dovuti a pregresse forme acneiche.

 

TRATTAMENTO POST PEELING

   Il paziente deve essere correttamente informato sulle procedure post peeling, per evitare disagi e complicanze

         La pelle deve essere detersa con un detergente delicato, risciacquata con cura ed estrema delicatezza. E' necessario, dopo il risciacquo, asciugare la cute per evitare qualsiasi tipo di sfregamento od irritazione e per non provocare esfoliazione precoce in qualche zona di pelle (utilizzare asciugamani di lino, evitando quelli di spugna)

         Nei giorni post-peeling è necessario mantenere la cute costantemente protetta con un prodotto emolliente, che dovrà essere applicato con delicatezza, evitando manovre manuali aggressive

         Il tempo di guarigione varia, a seconda della concentrazione utilizzata.            E' importante, infine, raccomandare al paziente di evitare in maniera assoluta esposizioni al sole o a lampade UVA - UVB, soprattutto nel caso di pelli scure e predisposte ad iperpigmentazione, per almeno due mesi dopo l'applicazione del peeling. Si raccomanda di usare con estrema disciplina, ogni giorno, un prodotto protettivo contenenti schermi e filtri solari protettivi, anche in casa.

 

DOMANDE FREQUENTI

Quali complicazioni possono insorgere con il trattamento? Le applicazioni ambulatoriali possono dare un senso di bruciore che generalmente scompare dopo pochi minuti; la durata del trattamento dipende dal tipo di pelle.

 

Perché migliora l’aspetto della pelle? Uno spesso strato di cellule morte sulla superficie cutanea dà una sensazione di pelle ruvida, opaca e vecchia. Quando vengono rimosse le cellule che compongono questo strato, si ha una pelle più luminosa, liscia, levigata, con un colorito uniforme. L’uso dell’acido glicolico a varie concentrazioni serve a stimolare una nuova crescita cellulare.

 

Il Peeling con il trattamento combinato dei vari tipi di acido del White Peel può far diventare la pelle più sensibile al sole? No, non causa sensibilizzazione alla luce solare; la maggior parte delle persone non accusa neppure eccessivi fastidi come rossore od irritazione.

 

Quali sono le principali indicazioni per questo tipo di Peeling? Le rughe sottili, la cheratosi attinica, l’acne (sia in fase attiva sia gli esiti cicatriziali), le lentiggini, la cheratosi seborroica, il melasma, le macchie solari, le pelli molto spesse.

 

BOTULINO

 

Focus: il BOTULINO è una tossina botulinica purificata che, se iniettata nei muscoli mimici del viso, provoca un indebolimento temporaneo ed una riduzione dell’attività contrattile, attenuando così rughe e segni d’espressione.

Si ottiene quindi un effetto lifting con distensione delle rughe.

 

TRATTAMENTO

Il trattamento consiste nell’iniezione in punti specifici di minime quantità di tossina botulinica per ridurre la contrazione dei muscoli responsabili delle cosiddette rughe d’espressione.

Il botulino viene iniettato con aghi monouso sottilissimi. I risultati migliori si ottengono a livello delle rughe orizzontali della fronte, di quelle verticali tra le sopracciglia e di quelle intorno agli occhi dette “a zampa di gallina". Alcune gocce del prodotto sono iniettate con una piccola siringa all’interno dei muscoli mimici, precisamente in quei muscoli da cui nascono le rughe d’espressione che desideriamo eliminare. Questo trattamento, eseguito ambulatorialmente e da mani esperte, produce risultati estetici davvero convincenti senza effetti collaterali. Alla paziente verrà chiesto di contrarre i muscoli facciali (corrugare la fronte, aggrottare le sopracciglia o arricciare il naso). La durata del trattamento è di 15 minuti.

Dopo l’infiltrazione il viso si presenta leggermente arrossato nel punto dove è stata effettuata l'iniezione di Botulino, ma solo per pochi minuti. Occasionalmente si può mostrare un livido, che però tende a riassorbirsi in pochi giorni. Anche dei leggeri bruciori è probabile che si manifestino per i primi due giorni. E' possibile iniziare a truccarsi già dopo 10 minuti dall’infiltrazione di botulino, e ci si potrà esporre al sole dopo circa dieci giorni. La ripresa di tutte le normali attività è quindi pressoché immediata.

MECCANISMO D’AZIONE

Blocca il rilascio dell’acetilcolina (trasmettitore chimico degli impulsi nervosi), riducendo la contrazione del muscolo e conseguentemente limita di netto le rughe.

QUALE ETÀ PER IL TRATTAMENTO CON IL BOTULINO

Se il paziente lo richiede e vi è una reale e valida indicazione terapeutica, non si può dire che esista un’età precisa per sottoporsi a questo intervento (dai 20 ai 90 anni di età).

DURATA 

Le infiltrazioni di Botulino  cominciano a dare risultati apprezzabili dopo 2-5 giorni dal trattamento con il rilassamento del muscolo corrugatore; la massima efficacia è raggiunta dopo un mese.
I risultati durano per circa 4-5 mesi, poi scompaiono gradualmente.

RIASSUMENDO

Quando utilizzarlo

         Correzione rughe frontali, interciliari e zampe di gallina

         ringiovanimento viso - effetto lifting

         rughe frontali (rughe orizzontali della fronte)

         rughe interciliari

         rughe e solchi glabellari (tra le sopracciglia)

         zampe di gallina (rughe intorno agli occhi)

         rughe di espressione

         ringiovanimento del viso ad effetto lifting

    

   Controindicazioni

         Gravidanza

         Allattamento

         Allergia all’albumina

         Malattie neuro-muscolari

         Uso di antibiotici aminoglicosidici.

 

   Vantaggi

         Tecnica ambulatoriale

         Effetto lifting non chirurgico

         Non è richiesta anestesia

         Immediato rientro nel sociale

   Durata dei risultati

         Risultati apprezzabili dopo 4-5 giorni

                  Dai 4 ai 5 mesi

 

 

 

FILLER ACIDO IALURONICO CROSS LINKATO

Focus: i fillers sono costituiti da prodotti iniettabili e vengono utilizzati in medicina estetica per riempire rughe, colmare avvallamenti del viso, rimodellare le labbra.

Lo studio tende ad utilizzare il filler in modo naturale senza stravolgere l'aspetto del paziente.

L’ACIDO IALURONICO è un gel iniettabile che valorizza il look naturale delle persone, ridona volume e morbidezza alla pelle e ne rivitalizza l’aspetto. Questo gel è un prodotto che può essere somministrato esclusivamente dal personale medico esperto e qualificato.

 

COME FUNZIONA

La pelle giovane è ricca di acido ialuronico, ma con il passare degli anni, la distribuzione e l’attività di tale acido ialuronico cambiano gradualmente, causando i caratteristici segni dell’età.

I gel ricostituiscono le scorte di acido ialuronico della pelle e aumentano il volume dei tessuti così da attenuare i segni dell’età o da valorizzarene i lineamenti.

La procedura è veloce (generalmente inferiore ai 30 minuti) ed i benefici sono immediati.

 

 COS’E’ IL TRATTAMENTO CON IL FILLER ANTIRUGHE?

L’acido ialuronico è un componente della matrice extracellulare ed è normalmente presente nel nostro corpo. Ha la specifica funzione di trattenere l’acqua, dando così volume alla pelle. Quando l'organismo invecchia anche quest’acido ialuronico diminuisce, causando la conseguente comparsa di rughe. Il trattamento si basa sull’uso di gel contenente acido ialuronico, in associazione con una lieve quantità di anestetico locale per ridurre il fastidio, che viene iniettato a livello dei solchi costituenti le rughe. Può essere anche utilizzato per ridefinire labbra, zigomi e mento.

La carbossimetilcellulosa è un prodotto di derivazione vegetale che ha un effetto riempitivo, non produce edema poiché non è igroscopico come lo ialuronico, ha una durata leggermente maggiore a seconda dei tipi usati. 

 

PROCEDURA TECNICA

La procedura ha una durata differente a seconda della zona trattata, ma sempre di circa 10 minuti. Prevede microiniezioni in punti cutanei stabiliti di acido ialuronico di ultima generazione. L'effetto dura in media 4-7 mesi.

L'INIEZIONE E' DOLOROSA?

Il dolore varia in base alla sensibilità individuale (la soglia del dolore è soggettiva), ma dipende anche dalla sede in cui il gel viene iniettato. Le labbra, per esempio, sono particolarmente sensibili ed è quindi opportuno applicare una crema anestetica (Emla) trenta minuti prima del trattamento. Altre zone, come le pieghe naso labiali, possono essere trattate senza alcuna anestesia oppure applicando la crema anestetica.

QUANTO DURA IL RISULTATO NEL TEMPO?

Una volta iniettato, l'acido ialuronico viene gradualmente riassorbito dall'organismo da enzimi specifici. La durata di questo processo varia da individuo a individuo: in certi casi l'impianto, sebbene ridotto, è ancora evidente dopo otto mesi. In altri, dopo tre mesi è necessario intervenire con dei ritocchi.

 

OSSIGENO TERAPIA

 

Tecnica che si avvale di ossigeno medicale, iniettato sotto cute in piccoli ponfi, che permette un'ottima risposta a livello dei pacchetti linfonodali, ed un drenaggio  cellulare con effetti subito visibili su ritenzione idrica e cellulite.

Eseguita con microaghi in ogni parte del corpo, arti inferiori, superiori, viso.

 

 

Contatti

Andrea Turchi Via Padre Semeria 63
Roma - 00154 (zona Colombo C.ne Ostiense)
Per app: Tel. 065590947 da Lunedì a Giovedi h. 14-18

Clinica Villa Stuart, via Trionfale 5952 00135 Roma

Via Alessandro Montagna 26
Roma Ostia, per app: tel:065590947

Via Cavour 35 presso Poliambulatorio Sesia
Pomezia 00040 (Rm)
per app: 0697246566
personal phone 335/8366092 studioandreaturchi@gmail.com